Ultimo aggiornamento:
Logo Periti Industriali

Logo Periti Industriali

Orientamento

Il tuo futuro nella libera professione.

Nota!
Questo video è incorporato tramite YouTube. Dal clic sul pulsante di riproduzione, l'informativa sulla privacy di YouTube (Google) si applica al video.
YouTube (Google)

Caro Perito Industriale

Il “Mercato del Lavoro”, in generale, e quello “Professionale”, in particolare, è sempre più alla ricerca di figure tecniche altamente specializzate che esprimano competenze sempre più dettagliate.

Appare opportuno e doveroso, dunque, da parte del Consiglio Direttivo che rappresento in qualità di Presidente, formulare un accorato invito a tenere nella più alta considerazione l’irrinunciabile occasione di iscriversi all’Albo Professionale rendendo immediatamente spendibile il proprio titolo di studio di “Diploma di Perito Industriale” con la concreta possibilità di iniziare ad esercitare la Libera Professione.

Ti ricordiamo che essere iscriversi all’Ordine Professionale rappresenta non solo un vanto ed un’appartenenza di prestigio ma anche la straordinaria opportunità per poter esercitare una professione tecnica sempre più ricercata sul mercato. Potrai ancora iscriverti con il titolo di accesso del Diploma di Perito Industriale fino a maggio del 2023 data oltre la quale occorrerà poi avere quale titolo minimo di accesso almeno la Laurea Triennale.

A tal proposito, difatti, l’Ordine già da qualche anno ha avviato collaborazioni con diverse aziende che hanno determinato una reale ricaduta sugli Iscritti, anche in queste ultime settimane, con il coinvolgimento concreto degli stessi iscritti quali destinatari di incarichi e/o consulenze professionali. Un’ultima citazione, infine, la lasciamo per il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) che vedrà protagonisti gli Ordini Professionali nel reclutamento di personale funzionale al “Recovery Plan”.

Nel “Portale del Reclutamento” dei Dipendenti Pubblici, infatti, gli Ordini Professionali forniranno, in accordo con il Dipartimento della Funzione Pubblica, le basi informative su curricula e percorsi di specializzazione degli iscritti, necessarie agli Enti che ricercano i migliori profili professionali per realizzare gli investimenti previsti dal PNRR stesso. Non lasciarti sfuggire, dunque, la grande opportunità di essere anche tu “Protagonista”. Il tuo destino professionale è solo nelle tue mani.

Ti invitiamo a consultare, inoltre, questo articolo di giornale.

Il Presidente dell'Ordine
Pier Paolo Canino

Ruolo e attività istituzionale

Ruolo e attività istituzionale: La libera professione di Perito Industriale è sancita per Legge e nasce con la promulgazione del Regio Decreto Legislativo n° 275, “Regolamento per la professione di Perito Industriale” che sancisce anche la Costituzione dei Collegi Provinciali dei Periti Industriali. L'Ordine dei Periti Industriali è un organismo professionale, sottoposto a vigilanza del Ministero di Grazia e Giustizia, analogamente agli organismi nati in seno alle altre categorie professionali.

Ha obbligo di sorveglianza sull’esercizio della Libera Professione, denunciandone gli abusi alle competenti Autorità, inoltre ha il compito di tutelare l’utenza pubblica e privata, assicurandosi che tutti i periti iscritti siano professionalmente preparati e che assolvano con dignità e moralità i compiti della loro professione, nel rispetto delle norme deontologiche.

L’Ordine dei Periti Industriali attualmente raccoglie, su base territoriale, tutti i professionisti diplomati degli Istituti Tecnici Industriali operanti nella specializzazione del diploma. Tutti i periti industriali abilitati all’esercizio della libera professione, devono infatti essere iscritti ad un Ordine professionale, territorialmente competente, che ne attesta il requisito di professionalità previsto dalla Legge. I periti industriali liberi professionisti sono specializzati nella consulenza, progettazione, direzione dei lavori, perizie, collaudi di impianti tecnologici civili ed industriali, sicurezza, antincendio ed antinfortunistica, ecc.

Gli ordini territoriali appartengono al comparto degli Enti pubblici non economici, quindi sottoposti a tutela e vigilanza dello Stato. Il primo riconoscimento giuridico della professione del perito industriale risale al 1929, con l’indicazione dei requisiti morali e scolastici per ottenere l’iscrizione all’albo. Riferita alla professione, la locuzione “ordine professionale” sta ad indicare la corporazione dei professionisti iscritti ad un Albo, raggruppati in una associazione, i quali svolgono professionalmente una medesima attività lavorativa.

Distribuzione delle sedi dei Periti Industriali e delle Università